“Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene se non ha mangiato bene.” È con questa citazione della celebre scrittrice e attivista Virginia Woolf che l’artista introduce il suo video in cui arte e cibo si mescolano e si rincorrono fino all’assurdo. Si evince chiaramente una critica alla società contemporanea che prescrive come dovremmo essere, piuttosto che riconoscere come siamo, una società che impone canoni di bellezza lontani dalla realtà proponendo un rapporto negativo con il cibo. Giona Ferrara, partendo dalla schermata di un cellulare con tante applicazioni tra cui “art eat” in luogo di “just eat”, porta lo spettatore a riflettere criticamente su varie tematiche legate al cibo come il fanatismo vegano, il cibo esotico entrato nell’alimentazione italiana, l’alimentazione nel mondo della moda ma anche il rapporto delle giovani donne con il cibo. Un tema così forte e attuale filtrato però dall’arte: i grandi capolavori di Raffaello, Michelangelo, Botticelli, Magritte, Jan Vermeer sono qui decontestualizzati e, ironizzando la propria forma, portano alla ribalta forti contenuti.

source

(188)

FOODporn.pl #FOODPORN pt.1 – di Giona Ferrara

About The Author
-

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>